SIMONE CRISTICCHI & AMARA - Politeama Pratese
chiusura biglietteria
DAL 17 GENNAIO 2024 la biglietteria osserverà il seguente orario:
martedì, giovedì, venerdì e sabato 10:30/12:30 - 16:00/19:00 ||| mercoledì solo 10:30/12:30 (chiusa nel pomeriggio)

SIMONE CRISTICCHI & AMARA

2023Sab21Gen21:15SIMONE CRISTICCHI & AMARATorneremo ancora. Concerto mistico per Battiato21:15(GMT+01:00) Teatro Politeama Pratese, Via G. Garibaldi 33/35MusicaConcerti

Dettagli evento


SIMONE CRISTICCHI & AMARA

Torneremo ancora. Concerto mistico per Battiato

Simone Cristicchi e Amara, per la prima volta insieme sul palco, in un ideale passaggio di testimone, affrontano con grazia e rispetto il repertorio mistico di Battiato, facendosi portatori dei messaggi spirituali che hanno reso immortale la sua opera. Ad alternare l’esecuzione dei brani – nella nuovissima veste arrangiata dal Maestro Valter Sivilotti – faranno da guida alcune letture tratte dai maestri che hanno influenzato il pensiero di Battiato: Rumi, Gurdjieff, Ramana Maharshi, Willigis Jager e il teologo Guidalberto Bormolini. Il concerto mistico “Torneremo ancora”, lontano da una sterile celebrazione, vuole essere liturgia musicale sulle tracce dell’insondabile mistero dell’Essere davanti al Divino. Un viaggio musicale che è ricerca dell’essenza nella confusione della modernità, e “rapimento mistico e sensuale” tanto necessario in questo tempo in cui viviamo.

Dice Cristicchi: «Devo molto a Battiato, alla sua infinita grazia, al suo modo di concepire larte come missione” che possa aiutare la crescita e levoluzione spirituale dei propri contemporanei. Battiato è un punto di non ritorno”, prima e dopo di lui, nessun altro: unico cantore di un divino che non ha mai saputo di incensi e sagrestie. Con il progetto Torneremo ancora” sento lemozione e il privilegio di interpretare insieme ad Amara il suo repertorio mistico, e immergermi ancora più profondamente in quei messaggi che valicano i confini del tempo».

Dice Amara:  «Entrare in contatto con le sue opere è stato terapeutico, liberatorio, un continuo mettermi in discussione. Mi ha insegnato a respirare il flusso emozionale che si muove oltre il pensiero tecnico, logico razionale della mente, e a liberare resistenze che nemmeno sapevo di avere. Grazie a Franco ho capito che è solo oltrepassando se stessi che si può raggiungere quel Centro di gravità permanente” che tanto cerchiamo».

a cura di  FONDERIA CULTART 

Per maggiori informazioni: Fonderia Cultart Infoline +39 338.1015732  oppure inviare una mail a info@fonderiacultart.it 


Data

Sabato 21 Gennaio, 21:15(GMT+01:00)